Contenuto principale

Impianti Energie CNA

DLGS RINNOVABILI – Non si stacca la spina alle imprese

SpegnimentoLa CNA chiede al Governo di essere coerente con le decisioni prese nel 2010 e di ripristinare gli incentivi nelle forme previste dal Conto energia 2011-2013 affinché gli operatori possano dare corso agli investimenti programmati.

 

Il Presidente Ivan Malavasi, a nome di Rete Imprese Italia nel corso dell’incontro di venerdì 18 marzo con i Ministri Romani, Prestigiacomo e Galan sul tema degli incentivi al settore delle rinnovabili ed al fotovoltaico, di fronte alla necessità di intervenire in tempi brevi per ripristinare le condizioni di normalità nel settore ha avanzato 4 proposte:

Leggi tutto...

Rinnovabili: a rischio 85mila aziende - Malavasi: subito il decreto per ristabilire certezze

IMalavasiIl decreto legislativo sulle energie rinnovabili approvato dal governo il 3 marzo scorso "ha provocato confusione e incertezza tra gli imprenditori e mette a rischio la sopravvivenza delle 85mila imprese del settore. Il governo ci ripensi e ristabilisca regole per dare certezza agli investimenti delle imprese e garanzie all'occupazione". E' quanto ha chiesto Rete Imprese Italia nel corso dell'incontro  che si è svolto oggi al ministero dello Sviluppo Economico con il ministro Paolo Romani.
Per restituire quindi tranquillità agli imprenditori, il presidente Ivan Malavasi, in rappresentanza di Rete Imprese, ha chiesto "la rapida approvazione del nuovo decreto che incentiva il fotovoltaico, senza attendere la scadenza del 30 aprile, e una clausola di transizione che permetta di mantenere fino al 31 maggio 2012 le condizioni previste dalla normativa precedente". Avanzate 4 proposte per fronteggiare la grave situazione delle imprese.

 

Leggi tutto...

Energie rinnovabili - Rete Imprese Italia: "Con nuovo decreto a rischio 85.000 imprese. Ristabilire certezze per investimenti e occupazione"

energie_rinnovabiliIl decreto legislativo sulle energie rinnovabili approvato dal Governo lo scorso 3 marzo ha provocato confusione e incertezza tra gli imprenditori e mette a rischio la sopravvivenza delle 85.000 imprese del settore. Il Governo ci ripensi e ristabilisca regole stabili per dare certezze agli investimenti delle imprese e garanzie all’occupazione.

 

E’ la posizione espressa oggi dai vertici di Rete Imprese Italia (Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti) nel corso di un incontro al Ministero dello Sviluppo Economico.

Leggi tutto...