Contenuto principale

Normativa trasferte. Lavoratori in trasferta: dalla Cassazioneuna sentenzapositiva per le imprese

Con la sentenza n. 27093/17 delle Sezioni Unite della Cassazione è stata definitivamente chiarita la natura interpretativa rispetto al tema della trasferta, confermando che le somme erogate a tale titolo non sono soggette a imposizione contributiva e fiscale. Il tutto, soprattutto, a valere anche...

Con la sentenza n. 27093/17 delle Sezioni Unite della Cassazione  è stata definitivamente chiarita la natura interpretativa rispetto al tema della trasferta, confermando che le somme erogate a tale titolo non sono soggette a imposizione contributiva e fiscale. Il tutto, soprattutto, a valere anche per i periodi antecedenti l’entrata in vigore dell’articolo 7 quinques della legge 1° dicembre 2016 n. 225.

 

Con questa sentenza, che accoglie le interpretazioni più volte avanzate in merito da parte di CNA Installazione Impianti e delle altre associazioni imprenditoriali del settore impiantistico ed edile, viene messa una pietra tombale sulle preoccupazioni delle aziende in merito al possibile rischio che il provvedimento potesse avere validità solo per il futuro, esponendo le imprese stesse ad azioni di rivalse contributive azionabili dall’Inps.

 

Questa sentenza – ha dichiarato Carmine Battipaglia, Presidente Nazionale di CNA Installazione Impianti -  sana e chiarisce positivamente per le nostre imprese una situazione che soprattutto negli ultimi anni aveva generato un notevole contenzioso con gli istituti previdenziali  e portato anche a pesanti sanzioni per le aziende. E’ ora necessario – ha proseguito Battipagliache a tutta la materia della trasferta sia data una definitiva regolamentazione legislativa che dia alle imprese la certezza del diritto”.